Negoziazione assistita anche per le coppie di fatto

La riforma del processo civile prevede che, entro un anno dalla data di entrata in vigore della legge delega, il Governo adotti uno o più decreti legislativi che modifichino il codice di procedura civile e le leggi processuali speciali all’insegna della riduzione dei riti e della loro semplificazione, revisionando altresì gli strumenti di risoluzione alternativa delle controversie.

Tra le modifiche significative, si segnala l’estensione dell’ambito di applicazione della negoziazione assistita dagli avvocati alle separazioni delle coppie di fatto: questo strumento alternativo alla procedura giudiziale, che consiste in un accordo tra le parti per la risoluzione amichevole della controversia con l’assistenza degli avvocati, potrà quindi essere utilizzato per regolamentare l’affidamento ed il mantenimento dei figli nati fuori dal matrimonio.

Ciò sarà possibile per i procedimenti di negoziazione avviati dal 180esimo giorno successivo all’entrata in vigore della legge.

Contattateci per maggiori informazioni.

Approfondimento a cura di Renata Pilello.

Per maggiori informazioni sull'argomento è possibile contattarla direttamente all'indirizzo renata@sparpaglione.it